MENU

Progetti finanziabili

Il Dipartimento è impegnato in molteplici progetti di ricerca. In questa pagina sono elencati i progetti finanziabili. I soggetti interessati possono contribuire alla realizzazione del progetto mediante il seguente modulo: Contributo finalizzato alla ricerca
Per informazioni e chiarimenti: dott.ssa Raffaella Rita de Angelis, NIC 3, primo piano, stanza 107, Largo Brambilla, 3 - 50134 Firenze - tel 055/2751869


Titolo del progettoEffetto della nebulizzazione di soluzione salina sulle particelle di bio-aerosol esalato e sulla diffusione di SARS-CoV-2 in pazienti COVID-19 
Responsabile Scientifico
: Prof. Federico Lavorini
Gli studi sul rischio di diffusione del virus SARS-Cov-2 nell'ambiente durante aerosolterapia sono inconclusivi. Inoltre, non è noto se la nebulizzazione possa modificare le caratteristiche delle particelle esalate dai pazienti con infezione da SARS-CoV-2. Nonostante l'assenza di solide prove scientifiche, alcune linee guida sconsigliano o raccomandano prudenza nell’uso dell’aerosolterapia nei pazienti con COVID-19. Il progetto mira a studiare le caratteristiche delle particelle esalate durante nebulizzazione di soluzione salina allo 0,9% ed il rischio di diffusione di SARS-CoV-2 nell'ambiente in pazienti ricoverati affetti da COVID-19. Il contributo offerto servirà a finanziare il Progetto.(data di pubblicazione 05/08/2021)

Titolo del progettoEMOTION (ImplEMentaziOne della TelemedicIna in Oncologia)
Responsabile Scientifico: Prof. Lorenzo Antonuzzo
La telemedicina, una modalità di erogazione di servizi sanitari da remoto che permette la cura di pazienti a distanza, ha subito negli ultimi anni una notevole espansione grazie all’avvento di tecnologie sempre più innovative. La sua introduzione nella pratica clinica della SODc Oncologia Clinica AOUC, sia in Reparto che in Day-hospital, rende quindi necessario un training specifico del personale sanitario dedicato. Il progetto si pone dunque l’obiettivo di ottimizzare le visite in telemedicina tramite la formazione del personale infermieristico e medico. Verranno approfondite in primo luogo le necessarie skills tecnologiche e successivamente sarà affrontata la capacità di comunicazione efficace tramite device da remoto. L’attuazione del Progetto è suddivisa in trimestri, per una durata complessiva di 12 mesi. Le attività previste saranno così strutturate: Fase 1: Analisi dell’attuale utilizzo della telemedicina; Fase 2: Formazione del personale sanitario all’uso appropriato dei device tecnologici; Fase 3. Formazione del personale sanitario alla comunicazione con i pazienti oncologici in telemedicina; Fase 4. Valutazione degli output del progetto. Il contributo offerto servirà a finanziare il Progetto. (data di pubblicazione 27/09/2021)

L’Artrite Reumatoide (AR) è una malattia infiammatoria cronica autoimmune, caratterizzata da dolore, tumefazione, distruzione articolare con conseguente disabilità. E’ ormai dimostrato che il trattamento precoce è in grado di modificare radicalmente l’evoluzione e la storia della malattia (“window of opportunity”) ed è stato raccomandato di sottoporre tempestivamente i soggetti con sintomi di allarme (‘Red Flags’) all’osservazione specialistica reumatologica. Questo approccio richiede un rapido accesso alle strutture con la possibilità di visite ambulatoriali in tempi brevi e un’osservazione continuata, percorso che può essere garantito dalla stretta collaborazione tra Medicina Generale e specialista reumatologo. Da qui la necessità di creare un ambulatorio dedicato a pazienti con sospetto di Artrite precoce, in modo tale da garantire loro una diagnosi definita per poter iniziare un’adeguata terapia. L’accesso alla struttura reumatologica avviene tramite accesso dedicato per i MMG, per programmare il percorso diagnostico e la successiva terapia più idoneo. Si prevedono 3 meeting di formazione di circa 8 ore ciascuno. Il contributo offerto servirà a finanziare il Progetto. (data di pubblicazione 28/09/2021)

Negli ultimi anni il concetto di cura del paziente oncologico ha subito una importante evoluzione passando da un modello sequenziale ad un modello multidimensionale che prevede diverse figure professionali che svolgono la loro attività parallelamente, per tutto il periodo di trattamento. Inoltre, il progresso della ricerca oncologica degli ultimi anni ha permesso un notevole incremento delle possibilità terapeutiche e ciò ha però prodotto tossicità con profili diversi da quelli “storicamente” associati alla chemioterapia che vanno prontamente riconosciute e gestite. Da questo crescente bisogno assistenziale è emersa la necessità di ampliare gli spazi dedicati alla gestione delle tossicità acuta e subacuta correlata ai trattamenti e di riconoscere una attività dedicata alle terapie di supporto fin dall’inizio delle cure oncologiche. Uno degli obiettivi del progetto sarà ottimizzare gli accessi del paziente alla SODc di Oncologia riducendo gli accessi al pronto soccorso grazie all’attivazione di specifici protocolli multidisciplinari per la gestione del paziente in terapia oncologica. Il contributo offerto servirà a finanziare il Progetto. (data di pubblicazione 06/10/2021)

Titolo del progetto: “EPIDEMIOLOGIA DEL LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO IN ITALIA”  (Epidemiology of SystemiC LuPus erythematosus in the Italian scenariO - ESCuLaPIO study)  
Responsabile scientifico: Giacomo Emmi
Il lupus eritematoso sistemico (LES) è una malattia sistemica autoimmune che colpisce soprattutto le giovani donne durante la terza-quarta decade di vita. Ad oggi non sono disponibili dati Nazionali sull'incidenza e prevalenza del Lupus Eritematoso Sistemico (LES). Lo studio mira a valutare l’epidemiologia del LES al fine di identificare ed esplorare potenziali fattori di rischio per la malattia, nonché per aiutare i medici e le autorità sanitarie a pianificare interventi e servizi sanitari adeguati. L'obiettivo primario dello studio è valutare la prevalenza e l'incidenza del LES nella popolazione italiana. L'obiettivo secondario dello studio è valutare l'epidemiologia del LES in base alla severità, allo stato di attività di malattia, al tipo di interessamento d’organo (con particolare riferimento all’interessamento renale) e al trattamento farmacologico. Lo studio sarà osservazionale cross-sectional multicentrico e avrà una durata totale di 18 mesi. Il costo totale previsto per lo studio è di 530.000,00€. Il contributo offerto servirà a finanziare il Progetto e assegno di ricerca/borsa di studio o ricerca. (data di pubblicazione 12/10/2021)

La transizione dei pazienti adolescenti dalle cure pediatriche alla medicina dell’adulto (transitional care, TC) può avere un notevole impatto sia clinico che psicologico sul paziente e sulla famiglia e deve pertanto avvenire in modo graduale, garantendo un continuum assistenziale e organizzativo. Per quanto riguarda le malattie autoinfiammatorie, la rarità, la complessità e l'eterogeneità di queste patologie rende necessario identificare specifiche aree di competenza, delineare approcci decisionali condivisi e coordinare le diverse équipe mediche. La SOD di Medicine Interna Interdisciplinare dell’AOU Careggi e l’Unità di Reumatologia dell’AOU Pediatrica Meyer hanno delineato un progetto per implementare un percorso di TC per i pazienti adolescenti con patologie autoinfiammatorie, con l’obiettivo di: i) Allineare le competenze e l'approccio alle cure tra i professionisti dell'équipe pediatrica e adulta attuando uno specifico Transition Preparation Training (TPT); ii) Pianificare e completare il progetto di transizione per un gruppo pilota di pazienti con malattie autoinfiammatorie; iii) Valutare l'impatto della TC sul controllo della malattia e sulla qualità della vita dei pazienti.  ll contributo offerto servirà a finanziare un assegno di ricerca della durata di 12 mesi, per un laureato in Medicina e Chirurgia con specializzazione in Medicina Interna o Allergologia ed Immunologia o Reumatologia o Nefrologia o specializzazioni affini. (data di pubblicazione 19/10/2021)

Ultimo aggiornamento

19.10.2021

Cookie

I cookie di questo sito servono al suo corretto funzionamento e non raccolgono alcuna tua informazione personale. Se navighi su di esso accetti la loro presenza.  Maggiori informazioni